Neologismi urbani: Don Verg@s

Da qualche settimana vedo circolare in rete una parola bellissima, che descrive alla perfezione alcuni fenomeni umani degni di cotanto titolo. Don Vergas.Cos’è, o meglio chi è, un signor cazzi, vile tentativo di tradurlo?
L’espressione deriva quasi sicuramente dalla frase volgare “me vale verga”, cioè non me ne frega un cazzo. Il don Vergas è un signore che se ne frega completamente della morale comune, della comodità altrui, dei diritti e delle esigenze di chi gli sta attorno. In momenti precisi tutti possiamo essere don Vergas. 
Doña Vergas è la ragazza che finge di dormire nel bus per non lasciare il posto al vecchietto che le traballa a lato.
Don Vergas è il ragazzo che si salta i girelli all’entrata del metro.


Doña Vergas è la signora che cambia il pannolino al figlio dentro le corsie del metro, poi lascia il “regalo” infilato nel canale di scolo fra la parete e il pavimento.

Don Vergas è lo studente razzista che a casa propria ingiustamente maltratta verbalmente i propri domestici, poi si gira e mi sorride amabilmente. 


Damita Vergas è la ragazzina che finisce il bicchiere di mango che ha comprato, poi con estrema nonchalance continua a camminare e con un movimento fluido si abbassa un po’ e lascia il bicchiere di plastica in mezzo al marciapiede, e con la stessa eleganza prosegue il suo cammino. Così. 

Don Vergas è l’imbecille che si mangia un intero grappolo d’uva mentre fa la spesa al supermercato, poi abbandona i resti su una mensola dove ci sono i cereali.


Don Vergas è il presidente che non si sveglia con l’idea di joder a Mexico (se non capite l’allusione, vi manca un po’ di cronaca recente).

Don Vergas è chi parcheggia come una bestia e quando glielo si fa notare comincia a insultare e a minacciare. 

Don Vergas più in generale sono tutti i Lord e Lady quando vengono sorpresi durante i misfatti. 


Don Vergas è il poliziotto bloccato nel traffico, che per poter muoversi decide diligentemente di accendere le sirene. Wow, che puntualità questa emergenza. 
Don Vergas è il conducente che cerca di mettersi a lato delle altre macchine prima di immettersi in una strada principale, per poter sorpassarle in curva.

Don Vergas sono io, che occupo una corsia per evitare che il Don Vergas precedente riesca nel suo intento. Come dice mia moglie, questa guerra tra machines ci potrebbe costare un incidente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Civiltà e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Neologismi urbani: Don Verg@s

  1. Una variante femmenile di Doña Vergas é Doña Verijas, (parola abastanza popolare nel nord dal Messico)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...