El Popo, il vulcano

La valle del Messico ha un vistoso guardiano, enorme e eterno, anche se ogni tanto ci si dimentica di lui. Questa dimenticanza la dimostro anch’io, che gli dedico un articolo dopo due anni e mezzo di scrittura di un blog sul Messico. È il Popocatepetl, o Popo, come si chiama tra amici.

Il nome è lungo e complesso, ma io lo conoscevo già dalle elementari. La maestra di storia e geografia ci permetteva di offrirci volontari per l’interrogazione, invece di aspettare il proprio turno. Così, abbiamo creato una sequenza e quando toccava a me dovevo parlare del Messico. Ho imparato a memoria Popocatepetl e Citlaltepetl, che in teoria erano le due cime più alte. O almeno, questo ricordo.

Il Popocatepetl, insieme al monte Iztaccihuatl, è protagonista di una leggenda romantica. Iztaccihuatl sarebbe stata una principessa mexica, cioè azteca, innamorata del guerriero Popo. Il padre della ragazza avrebbe promesso a Popo di potersi sposare con la figlia se tornava vittorioso da una campagna militare a Oaxaca. Effettivamente questa battaglia terminò bene, ma al ritorno del guerriero la principessa era morta. Per questo, il guerriero la portò in braccio fino alla cima di una montagna, dove gli dei li trasformarono in un vulcano inattivo (Iztaccihuatl) e in un vulcano attivo (Popocatepetl); quest’ultimo avrebbe mantenuto per sempre la propria fiamma viva, a testimonianza e a difesa dell’amore per la ragazza. Se usate tantissima fantasia, potreste addirittura vedere il profilo della ragazza distesa. Ma proprio tanta.


Il Popo si trova sopra la città di Puebla, nello stato omonimo. Essendo un vulcano attivo, è in costante osservazione e potete vederlo in tempo reale cliccando questo link:

http://www.webcamsdemexico.com/webcam-popocatepetl
Se pensate che il Messico è terra vulcanica e altamente sismica…be’, potrete capire perché è sempre bene buttarci un occhio. L’attività sismica può provocare o essere indice di un’eruzione imminente, quindi scattano allarmi e avvertimenti dato che i due fenomeni si possono presentare insieme. Ciononostante, lo stato “tranquillo” del monte di norma permette di fare delle gite fino al cratere.

Dicevo, a inizio articolo, che a volte ci si dimentica che esiste. Questa settimana no.
Lunedì molti abitanti della città si sono svegliati con una buona spolverata di cenere vulcanica a ricoprire tutto. La cosa era soprattutto visibile nelle macchine. Questa è la mia.


A differenza di quel che uno può pensare, non è partito il panico pre-eruzione. Più che altro sono girate le palle. La cenere vulcanica non è una polvere come tutte le altre. È corrosiva e con determinante condizioni diventa materiale simile al cemento. Il fatto che la macchina ne fosse coperta, non era positivo.

Arrivato a scuola, ho sentito diverse scuole di pensiero. Alcuni mi hanno detto che si deve lavare con acqua. Altri mi hanno detto che si deve spazzolare, assolutamente NON usar acqua. Altri mi hanno suggerito di usare un soffiatore, o un fon. O un aspirapolvere però che soffia invece che aspirare. Insomma non ci capivo un cazzo. In ogni caso, tutti erano d’accordo sul fatto che ne la polvere non poteva entrare nelle tubature perché le avrebbe corrose e rovinate alla lunga. A togliermi il dilemma di cosa fare ci ha pensato un nubifragio violentissimo che è cominciato proprio mentre stavo guidando per tornare a casa di notte. Ora la parte superiore della macchina è pulita, le fiancate invece mi preoccupano abbastanza. Se la macchina diventerà un gelato sciolto vi avvertirò!


A parte questi fastidi, il vulcano nasconde chiaramente un pericolo reale e latente. Essendo la cima molto alta e avendo sotto di sé una vallata iperpopolata, vi potrete immaginare che immane disastro comporterebbe un’eruzione violenta. Fortunatamente, la vicinanza e la mancanza di ostacoli naturali fra il Popo e la città permetterebbero un’agonia brevissimo. Ehm, che sollievo. D’altronde, come mi dice un lettore: “Più vicino è il vulcano Xitle. Lo Xitle è stato il colpevole della rovina dell’antica citta di Cuicuilco, circa 70 AD.”

(Immagini da internet a parte la mia macchina!)

Annunci

Informazioni su merkaura

Sono un ragazzo dell’85 della campagna vicentina che la vita ha catapultato in una metropoli antropofaga. Ho una laurea in Storia e una laurea Magistrale in Scienze delle Religioni. Mi guadagno da vivere a Città del Messico dando lezioni di italiano, francese e spagnolo a messicani e stranieri che abitano in Messico, per scuole, imprese o privati. Vivo in una casa in collina, tranquilla e circondata da un bosco miracolosamente salvatosi dall’espansione cittadina. Sono sposato con una messicana e abbiamo due cani a cui parlo in dialetto. Amo mangiare, bere, viaggiare, leggere, scrivere, infatti da quasi 3 anni amministro un blog in cui scrivo ogni settimana descrivendo questo paese, https://messicando.wordpress.com/. Odio le attività adrenaliniche, guidare e non mi interessa lo sport in generale. Unica eccezione delle lunghissime camminate, di 5 o 6 ore in ambiente urbano o in campagna. Sono una persona timida ma quando do lezioni indosso una maschera spigliata e molto più divertente. Se avete bisogno di informazioni su questo paese o volete spettegolare un po’, scrivetemi pure!
Questa voce è stata pubblicata in Luoghi unici, Religione e Miti e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a El Popo, il vulcano

  1. Darío ha detto:

    Manca il link!

    Mi piace

  2. jrnogalblue ha detto:

    Piu vicino è il vulcano Xitle. Lo Xitle è stato il colpevole della rovina dell’antica citta di Cuicuilco, circa 70 AD.

    Mi piace

  3. Pingback: Puebla de los angeles | Estoy Messicando!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...