La dentista bruja (stregona) 

2013. Scendo dal bus con mia moglie, e troviamo alla fermata un venditore di elotes e esquites. Yuhuuu. (se non sapete cosa sono, leggete questo: https://messicando.wordpress.com/2015/05/25/gioie-del-mais-elote-esquites-pozole/) Ne compriamo uno, che mia moglie comincia e io devo finire, come sempre. Arrivato a casa mi rendo conto che le “pellicine del mais” si sono infilate fra i denti. Fastidiosissime, attacco con stuzzicadenti, spazzolino da denti, ma una resiste. Pinche elote. Poi vedo meglio…mmm, più che mais sembra…osso. Spaventato dall’idea di aver potuto rompere la gengiva, cerco un dentista. Scopro che fra i vicini di casa c’è propio una dentista che ha uno studio privato in una parte della casa. Wow, una dentista trentenne a 50 metri. Vado per una visita di controllo, e mi dice che quello che vedo non è osso, è del materiale che si sta formando fra gengiva e dente, non ricordo come si chiami la malattia, ma era già in stato avanzato e i denti si stavano muovendo, la fase successiva era la…caduta. Terrorizzato, prenoto subito un trattamento e scopro con enorme piacere che anche i dentisti, in Messico, sono economici. Senza dire cifre precise, ma diciamo da 4 a 10 volte più economici che in Italia. Wow, esatto.Mi ripresento il giorno concordato, e lei riesce a risolvere il problema. Bendito elote che mi ha fatto scoprire la malattia prima che fosse tardi. Dopo il trattamento la dentista mi suggerisce di prendere qualcosa per antisettico e per aiutare le gengive a ricostruirsi, a ritornare quasi come prima. Mi dà due opzioni: una medicina o un trattamento naturale, che è altrettanto forte ma costa molto meno della medicina tradizionale. Sono tirchio ed accetto la soluzione naturale. Allora, mi suggerisce di comprare corteccia di “encino”, un albero originario del Messico, non ho la minima idea di come si chiami in italiano. Con i pezzi della corteccia, si prepara un tè e lo si usa per fare risciacqui prima di andare a dormire. Mi spiega che questo blocca la perdita di sangue, aiuta le gengive e rafforza la tenuta dei denti, ed è indicato per denti che si stanno “muovendo”. Il giorno seguente lo cerco.

Premessa: lavoravo all’epoca in una zona abbastanza malfamata della città, verso nord-est, una zona che era chiamata dagli stessi abitanti Martin Ratera, “Martin Ladrona”. Vicino alla scuola c’è un grande mercato. Mi avvio, e chiedo alla signora che vende vegetali se sa dove posso trovare encino. Mi dice: “El brujo è per di là”. Resto un attimo bloccato perché mi ha detto dove trovare uno stregone. Ricordo però che in Messico sono famosissimi e molto utilizzati gli apodos, una sorta di nomignoli con cui una persona viene conosciuta, come el güero, el chino, el chanclas, el chicharrón,…Comunque mi avvio e lo trovo. Impossibile non vederlo. È effettivamente uno stregone. Ha un altarino della Santa Muerte e uno della Guadalupe, ed è pienissimo di cestini e borsette di plastica com polveri, pezzi di legno e radici. Provo a vedere se ha la corteccia di encino, lui mi sorride amabile e mi chiede quanta ne voglio, con 1 euro ne compro una borsa piena (!!!). Mi chiede se è per la bocca, e io confermo. Conosce davvero ciò che vende!

Arrivo a casa e comincio il trattamento, una sorta di tè amarissimo con cui mi faccio risciacqui prima di andare a letto. Incredibile, funziona davvero, in una settimana le gengive sono tornate quasi normali. Qualche mese dopo passo per fare un’altra pulizia dentale e un’altra volta cerco la corteccia di encino, ma dato che non dovevo passare per la scuola, la cerco nel tianguis del pueblo dove vivo (se non sapete cos’è: https://messicando.wordpress.com/2015/03/10/pasele-gueritaaaa-que-le-damos-il-tianguis-o-mercato/). Arrivo alla bancarella di prodotti di erboristeria, e alla mia richiesta di encino, il ragazzo ride e mi dice “No, aquí no hay brujos”, qui non ci sono stregoni. Ne parlo con la dentista e lei lo liquida con un “Ignorante”.

Cosa ho imparato? Che nel Messico moderno, come nell’Europa medievale, le donne che conoscono le proprietà delle erbe e delle radici vengono indicate come streghe, mentre la loro conoscenza (che ho potuto provare, estremamente efficace) è semplicemente una conoscenza alternativa all’occidentale e decisamente più antica. 

Annunci

Informazioni su merkaura

Sono un ragazzo dell’85 della campagna vicentina che la vita ha catapultato in una metropoli antropofaga. Ho una laurea in Storia e una laurea Magistrale in Scienze delle Religioni. Mi guadagno da vivere a Città del Messico dando lezioni di italiano, francese e spagnolo a messicani e stranieri che abitano in Messico, per scuole, imprese o privati. Vivo in una casa in collina, tranquilla e circondata da un bosco miracolosamente salvatosi dall’espansione cittadina. Sono sposato con una messicana e abbiamo due cani a cui parlo in dialetto. Amo mangiare, bere, viaggiare, leggere, scrivere, infatti da quasi 3 anni amministro un blog in cui scrivo ogni settimana descrivendo questo paese, https://messicando.wordpress.com/. Odio le attività adrenaliniche, guidare e non mi interessa lo sport in generale. Unica eccezione delle lunghissime camminate, di 5 o 6 ore in ambiente urbano o in campagna. Sono una persona timida ma quando do lezioni indosso una maschera spigliata e molto più divertente. Se avete bisogno di informazioni su questo paese o volete spettegolare un po’, scrivetemi pure!
Questa voce è stata pubblicata in Civiltà, La mia avventura e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La dentista bruja (stregona) 

  1. Rubén Mena ha detto:

    Io credo che “encino” è quercia.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...