Piropear, l’arte di fare complimenti volgari (quasi sempre)

È arrivato il momento di un articolo fondamentale per capire la cultura messicana, I PIROPOS!

Dico subito che anche questo sarà un articolo sempre in costruzione, nel senso che se volete contribuire con altri piropos, diteli e li aggiungerò! Prima di tutto….cosa sono? Verrebbe da dire che sono “frasi da muratori” per attirare l’attenzione di qualche bella ragazza di passaggio. In realtà, sono molto più. Primo, perché non è solo prerogativa dei muratori (albañiles), e secondo perché anche le ragazze possono lanciare piropos agli uomini! Esiste addirittura il verbo: piropear. Poi, il livello che hanno raggiunto: possono essere molto volgari, o molto romantici, a volte sono vere perle di poesia, e in tutti i casi sono divertentissimi. Perciò, smetto con le mie stupidaggini e lascio subito la parola ai messicani. Ho infatti chiesto una settimana fa, in due gruppi di Facebook, un aiuto per chi volesse contribuire lasciando i piropos migliori che conoscono. Questo è il risultato!

Crees en el amor a primera vista o tengo qué volver a pasar! ( suggerito da Mariana Hernández)
Credi all’amore a prima vista o devo passare un’altra volta?

Flaca tirame un hueso (suggerito da Edgar David Martínez Márquez)
Magra tirami un osso! (Cagami!)
 
San Pedro se descuidó porque se le están saliendo los angelitos!!! (suggerito da Moisés Marques Trejo)
San Pedro si è distratto perché gli stanno uscendo angioletti!
 
Mejor camina por la sombra porque el sol derrite los bombones! (Suggerito da Norma Navarro)
Meglio se cammini all’ombra che il sole scioglie i bonbon!
 
Quién fuera bizco para verte doble! (suggerito da Gabriel Guerrero
Se si fosse strabici, per vederti due volte!
 
Bendito el chofer del camion que descargò el cemento en donde estas parada (suggerito da Boogie Bo)
Benedetto il camionista che scaricò il cemento dove stai in piedi
 
Que popotes y yo sin chesco !  (suggerito da Bertha Lugo)
Che cannucce, e io senza bibita! (Complimento per ragazza con gambe lunghe)
 
Quien fuera panadero para glasearte la dona (suggerito da Francisco Estrada) 
Se si fosse panettieri, per glassarti la ciambella (pesantissima metafora sessuale)
 
Sete cayó un papel!! El que te envuelve bonbom  (suggerito da Francisco Estrada) 
Ti è caduta una cartina! Quella che ti avvolgeva, bonbon 
 
Con esa torta atraviezo el desierto  (suggerito da Francisco Estrada) 
Con quel paninazzo, attraverso il deserto (metafora per una ragazza con un posteriore ammirevole)
 
Que piernotas!!!! A que horas abren? (Suggerito da David Sánchez)
Che gambe! A che ora aprono?
 
Tanta carne y yo chimuelo/a! (Suggerito da Omar Guillén e Denysse RV)
Tanta carne e io sdentato/a!
 
Quisiera ser astronauta….para ir aMarte (Suggerito da Omar Guillén)
Vorrei essere astronauta per andare ad aMarte (gioco di parole)
 
Me vestiria de azul, para estar azulado ! (Suggerito da Omar Guillén)
Mi vestirei di azzurro per stare al suo lato (gioco di parole, azzurrato suona come a suo lato)
 
he dejado de dormir por soñar contigo! (Suggerito da Omar Guillén)
Ho smesso di dormire per sognare con te!
 
Dime que jugueteria se quedo abierta, que se estan escapando las muñecas…(Suggerito da Omar Guillén e Ferdy Carol)
Dimmi che negozio di giochi è rimasto aperto, che gli stanno scappando le bambole…
 
Me gustaria ser mesero para “acomodarmesas” (Suggerito da Omar Guillén)
Mi piacerebbe essere cameriere per aggiustartele (gioco di parole, riordinare le tavole suona come “aggiustare quelle cose”)
 
Quien fuera comalito pa calentarme esta gordita. (Suggerito da Paty Martínez)
Se si fosse comal (piastra per scaldare) per scaldarmi quella gordita (gioco di parole, gordita è un piatto ma anche significa cicciottella)
 
Quien fuera aguacate pa embarrarme en esas teleras mamacita  (Suggerito da Paty Martínez)
Se si fossero avocado, per spalmarmi su quelle bruschette, gnocca! (Pane aperto, come metafora del seno)
 
En esa cola ¡si me formo!  (Suggerito da Paty Martínez e Monica Mendoza)
A quella coda sì mi metto in fila! (Cola significa sia fila che culo)
 
Morena color de llanta aquí está tu rhin cromado (muy antiguo)  (Suggerito da Paty Martínez e Elsa Díaz Martínez)
Morena color pneumatico, eccoti il cerchione cromato! (A una ragazza di pelle scura)
 
Tu mamá debe ser repostera para haber hecho este bombón .. (Suggerito da Angélica Vala)
Tua mamma deve essere pasticcera per aver fatto questo bonbon 
 
Si así es el diablo que me lleve (suggerito da Marcela García Minjares )
Se così è il diavolo, che mi porti via (con ragazza vestita di rosso)
 
Que està pasando en el cielo que los angelitos estàn de luto? (suggerito da Marcela García Minjares )
Che succede in cielo che gli angeli sono in lutto? (Con ragazza vestita di nero)
 
Donde está parado este monumento! (Suggerito da Gaby Ascobereta)
Dove si è fermato sto monumento!
 
Quien fuera bolsa de mano, para ir de tu brazo mi reina! (Suggerito da Gaby Ascobereta)
Se si fosse borsa, per andare a braccetto con te, mia regina!
 
Decentes ya nos los acabamos mana, cuando quieras nos arrancamos con el gaaaaaaaaaaaaas (Suggerito da Gaby Ascobereta)
SI CERCA SPIEGAZIONE!
 
Tanta carne y yo en cuaresma!! (Suggerito da Antonio López) 
Tanta carne e io in quaresima!
 
Este angelito se les cambia de nubecita! (Suggerito da Antonio López) 
Questo angioletto si cambia di nuvoletta (si sta muovendo)
 
Que comen los pajaritos??.. maciiitaaaa!!… (Suggerito da Ferdy Carol)
Che mangiano gli uccellini? GNOCCAAAAAA! (gioco di parole fra la massa di mais che si può dare come mangime agli uccellini e la parola mamacita che può essere tradotta con gnocca)
 
Quisiera ser mariachi, para tocarte la cucaracha. (Suggerito da Luca Grande)
Vorrei essere mariachi per suonarti la cucaracha (la canzone, o il culo)
 
PER GLI UOMINI:
 
Ay papá quien fuera perrito para que me sacaras a pasear (Suggerito da Paty Martínez)
Se si fosse cagnolino, perché mi porti a spasso!
 
Asi me gustan: gorditos pa que me carguen ¡mi rey!  (Suggerito da Paty Martínez)
Così mi piacciono, ben piazzati perché mi portino!
 
Estas bien bueno como un Mango (suggerito dalla moglie di Dario Semino)
Sei bbbono come un mango 
 
Caminas como bebe!! pasito…apasitooooo!  (suggerito dalla moglie di Dario Semino)
Cammini come bebè, passetto a passetto (gioco di parole fra pasito e papacito, cioè gnocco)
 
Si fueras comida..serias chile..x lo picante d tu mirada!!!!  (suggerito dalla moglie di Dario Semino)
Se fossi cibo saresti peperoncino, per il piccante che è il tuo sguardo!
 
Estas más rico que un pan con chorizo  (suggerito dalla moglie di Dario Semino)
Sei più bbbono di un panino con salsiccia
 
 A qué horas sales al pan papi?  (suggerito dalla moglie di Dario Semino)
A che ora esci per il pane? Si chiede all’oggetto del desiderio quando esce per commissioni, forse l’unico momento in cui possono vedersi, anche solo da distante. (grazie a Metzli per la spiegazione!)
 
Oyes si asi esta el chorro?,, como estaras la manguera!   (suggerito dalla moglie di Dario Semino)
Se così è lo spruzzo, immagina come sarà il tubo per innaffiare! (Con uomo che piscia)
 
QUISIERA SER ELOTE PARA QUE ME UNTES MAYONESA  (suggerito dalla moglie di Dario Semino)
Vorrei essere una pannocchia per essere spalmata di maionese
 
Pensate che esiste addirittura una canzone sui piropos e il testo ne è pieno, vi suggerisco di ascoltarla, anche per il ritmo che è splendido! https://m.youtube.com/watch?v=2ELeLqSU4SI
Ecco qui sotto la traduzione, piropo per piropo:
 
 
Quisiera ser la lágrima que muere en tus labios     
Vorrei essere la lacrima che muore sulle tue labbra
 
Quisiera ser diamante y estar siempre a tu lado
…essere diamante e star sempre al tu lato

 

Quisiera ser el arbol que te de la sombra
…essere l’albero che ti fa ombra

 

Quisiera ser el vino que emborracha tu copa
…essere il vino che ubriaca la tua coppa

 

 

Quisiera ser la luna que ilumina tu ventana 
…essere la luna che illumina la tua finestra
 
o los rayos del sol que te calientan en la mañana
O i raggi di sole che ti scaldano alla mattina

 

Quisiera ser mariachi debajo del balcón,

 

cantarte serenata y verte en camisón

 

Vorrei essere mariachi sotto al balcone, cantarti serenate e vederti in vestaglia


Quien fuera el mar para calmar tu mirada, 
relajar tus pies en la suave arena
Se si fosse mare per calmare il tuo sguardo, rilassare i tuoi piedi nella morbida sabbia

 

Quisiera ser la musica que te habla al corazón, entrar por tus oídos y vibrando en tu calzón.
Vorrei essere la musica che ti parla al cuore, entrare per le orecchio e vibrando nelle tue mutande

 

 
Para pa pa pa … Tiro un piropo al aire matando (x4)

 

Come on boys talk to your girls 
Come on girls talk to your boys (x2)

 

 
Soy la abruma que figura la frescura femenina 
Que se baña con la espuma detras de la cortina 
Sono la nebbiolina a che fa trasparire la freschezza femminile 
Che si bagna con la schiuma dietro la tenda da bagno

 

Soy la gota que se escurre de calor

 

en la horchata congelada del refrigerador
Sono la goccia che scorre dal calore nella orchata congelata nel frigo
Come ho detto all’inizio, se avete altri piropo, suggerite!!

 

 
Annunci

Informazioni su merkaura

Sono un ragazzo dell’85 della campagna vicentina che la vita ha catapultato in una metropoli antropofaga. Ho una laurea in Storia e una laurea Magistrale in Scienze delle Religioni. Mi guadagno da vivere a Città del Messico dando lezioni di italiano, francese e spagnolo a messicani e stranieri che abitano in Messico, per scuole, imprese o privati. Vivo in una casa in collina, tranquilla e circondata da un bosco miracolosamente salvatosi dall’espansione cittadina. Sono sposato con una messicana e abbiamo due cani a cui parlo in dialetto. Amo mangiare, bere, viaggiare, leggere, scrivere, infatti da quasi 3 anni amministro un blog in cui scrivo ogni settimana descrivendo questo paese, https://messicando.wordpress.com/. Odio le attività adrenaliniche, guidare e non mi interessa lo sport in generale. Unica eccezione delle lunghissime camminate, di 5 o 6 ore in ambiente urbano o in campagna. Sono una persona timida ma quando do lezioni indosso una maschera spigliata e molto più divertente. Se avete bisogno di informazioni su questo paese o volete spettegolare un po’, scrivetemi pure!
Questa voce è stata pubblicata in Civiltà e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Piropear, l’arte di fare complimenti volgari (quasi sempre)

  1. rita ha detto:

    accidenti, ma alcuni sono bellissimi, altri simpaticissimi, non credevo che ci fossero tanti modi di richiamare l’attenzione!

    Mi piace

  2. Metzli ha detto:

    El piropo “a que horas sales por el pan”, se refiere a el chico que quiere estar al acecho de la chica a la hora de su salida, ir por el pan es una cosa cotidiana y quizás el único momento en que el pudiera verla de lejecitos.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...