Chapultepec!

AGGIORNAMENTO: grazie a Laura Contreras e Elena Mazzetto per le ulteriori informazioni!

Oggi voglio parlare di una zona della città molto famosa e frequentatissima nel tempo libero: Chapultepec! Questa area ha preso il nome di “luogo della montagna della cavalletta” (grazie Elena!) per la presenza di questo animale all’epoca azteca.

Comincio col dire che Chapultepec è un parco enorme, diviso in più sezioni (tre, mi sembra). È il polmone verde della metropoli, anche se altri parchi o “boschi” sono presenti nelle immediate vicinanze. È quindi un posto magnifico dove fare passeggiate il fine settimana. Ha ben 4 laghi presenti all’interno, di differente dimensione. Viene prescelto come luogo dagli studenti di medie e superiori per “ir de pinta”, cioè bruciare la scuola, bigiare, marinare, o come si dica nella vostra zona non presentarsi alle lezioni. Pure lo trovate come tema in una canzone dei Cafe Tacuba:https://www.youtube.com/watch?v=G7DRoqKi2m0
Per me è un luogo che ricordo con gran dolcezza, essendo la prima occasione in cui ho provato un pambazo (vedi capitolo garnachas)

Attorno al parco sono presenti moltissimi centri di cultura come il Museo di Antropologia, l’Auditorio Nacional, il Museo di Storia, il monumento a los Niños Héroes. Questi ultimi sono protagonisti nel nazionalismo messicano: quando gli Stati Uniti invasero il Messico (1846-1848) una delle battaglie più disastrose per i messicani fu proprio quella del Castello di Chapultepec. SN853894
Il castello all’epoca era usato come accademia militare e un gruppo di giovani cadetti decise di rimanere a difendere il castello assediato dagli statunitensi. Da questo episodio nacque la leggenda di un ragazzino che si gettò dall’alto del castello avvolto dalla bandiera nazionale, per evitare che cadesse in mano nemica. Per più informazioni: http://oaxaca.quadratin.com.mx/La-verdadera-leyenda-sobre-los-Ninos-Heroes-y-el-vuelo-de-Juan-Escutia/

Appunto, il castello di Chapultepec: fu costruito dal vicerè Bernardo de Galvez y Madrid, e forse lo ricordate per essere stata la dimora dell’imperatore Massimiliano (1864).
SN853890

SN853902
Poi divenne osservatorio, poi di nuovo accademia militare. Questo castello è bellissimo e vi si può ritrovare un ambiente e un lusso che ho visto solo nei palazzi degli Asburgo a Vienna.
SN853888
Questo lo sapevamo pure i presidenti messicani, dato che molti di loro scelsero di usarlo come residenza personale (fino al 1939). È l’unico castello reale presente nelle Americhe e si situa a ben 2325 metri s.l.m. Dopo il ’39 si trasformò in monumento nazionale e hanno installato nella rampa che conduce al castello il museo di Storia, chiamato museo Caracol per la sua forma a chiocciola. Questo edificio spiega la storia attraverso dei diorama che mostrano gli episodi più importanti della storia messicana. Sinceramente? Un po’ noioso! E lo dico che io che di storia ne sono appassionato!

Ma arriviamo alla fauna. Nel parco potete trovare anche lo Zoo cittadino: fu costruito nel 1923 ma aveva solo due cuccioli di leone e due bisonti, già l’anno successivo aveva però raggiunto le 243 specie animali e veniva aperto al pubblico. Ma anche gli animali fuori dallo zoo son degni di attenzione. Chapultepec è abitato da migliaia di scoiattoli. Dimenticate le bestiole timide che abbiamo in Europa. Qui sono belve che si muovono in bande. Si avvicina una e tu, allocco europeo, pensi bene di dargli qualcosa da mangiare. La coda dell’occhio nota qualcosa e alla tua destra altre due “ardillas”, scoiattoli. Nutri pure quelle e vedi che i tronchi “si muovono”: decine di altre bestiacce scendono dai tronchi, circondandoti. Si arrampicano sulla tua gamba per vedere se hai qualcos’altro da offrire. Vattene, prima che tirino fuori i coltelli a serramanico.
SN853844
A Chapultepec come a Viveros c’è scritto chiaramente di NON NUTRIRE GLI SCOIATTOLI, perché non sono una dolcezza, sono una piaga.
Credo che gestiscano anche il traffico di droga e prostituzione, ma non ne ho le prove, non ancora.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Luoghi unici e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Chapultepec!

  1. Elena ha detto:

    Denis, piccola correzione: Chapultepec vuol dire “il luogo della montagna della cavalletta”, e non “del grillo”. Da CHAPOL(IN)-TEPE(TL)-C.
    C: Suffisso locativo: “Il luogo di, nel”;
    TEPETL: Montagna,
    CHAPOLIN: Cavalletta.
    Per dubbi etimologici ti consiglio di cercare su Google l’ottimo dizionario NAHUATL-FRANCESE di Alexis Wimmer!

    Liked by 1 persona

  2. Laura Contreras ha detto:

    Ciao! Me gustaría aportarte información con respecto a los orígenes del bosque de chapultepec, como bien dice Elena la palabra CHAPULTEPEC es de origen Nahuatl, Chapulli= Saltamontes o Chapulín y tepetl= cerro, que significa cerro del saltamontes, o cerro del chapulín, y cuenta con dos lagos artificiales, en 1923 es el año en que se inaugura el zoológico y sabes solo tenia dos cachorros de león y dos bisontes, ya para 1924 el zoológico cuenta con 243 especies diversas y es abierto al público.

    El Castillo de Chapultepec fue construido por el Virrey Bernardo de Galvez y Madrid, y es el único castillo Real en América, esta a una altura de 2.325 metros sobre el nivel del mar.

    Ojalá te sirva mi información y disculpa si me entrometo, es solo que también me apasiona la historia, y chapultepec es como el patio de mi casa jajaja vivía a tres calles de ahí así que tengo mucho que decir de ese lugar.

    Saludos y continua dibujando en mi mente tus aventuras ;D

    Mi piace

    • merkaura ha detto:

      Hola Laura! No, ninguna intromisión! De hecho cada vez que alguien me escribe significa que lee lo que publico y que quiere enriquecer esta mina de informaciones que vamos haciendo! Muchas gracias por el apoyo!! Si vivías cerca de Chapultepec, me confirmas el carácter agresivo de las ardillas? Que le dan de comer??

      Mi piace

  3. Laura Contreras ha detto:

    Jajajaja, tienes razón las ardillas son muy inteligentes y no dudo que dentro del mismo bosque hagan grupos delincuentes, yo también me quede con la duda de saber quien era el jefe de esas bandas, su naturaleza las hace comer de todo así que no es raro ver alguna ardilla cerca de el área de comida con algún pedazo de pambazo o gordita en boca, aunque algunas personas les ofrecen cacahuates y pistaches o al menos eso se ofrecia antes, en fin debo decir que en una de las ultimas ocasiones que estube en chapultepec primera sección, me toco ver a una curiosa ardilla ladrona corriendo con una dona más grande que su cabeza y aun pobre señor corriendo tras de ella tratando de recuperar su almuerzo robado jajajaja no supe cual de los dos me dio más pena.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...