Se non urli non vendi!

Durante i primi giorni qui in Messico, una cacofonia incomprensibile mi colpiva e mi sorprendeva ovunque, nelle strade o nei trasporti, e pure in casa! Sono poi riuscito a capire che erano frasi, ripetute all’infinito e con un tono talmente particolare da risultare facile distinguere un venditore da un altro. Ogni venditore, come un uccello, ha il proprio canto. Per esempio, quando sono a casa di mia suocera, sempre si sente un ruggito, che si avvicina e si allontana: errrWWAAAAAAA! Mia suocera mi ha poi spiegato, e ho tradotto: el PAAAAAAAN! Questo leone vendeva pane e paste casa per casa. Una volta ho aperto la porta e gli ho comprato qualche pasta, e ho notato che è completamente rauco, a forza di urlare. Lo stesso dicasi per un ululato tipo UUUUAAAAAAA. Vendeva agua, acqua. Qui l’acqua dei rubinetti a volte non è molto buona, quindi si comprano e ricaricano dei bidoni di acqua dolce.
Nel metro, facendo sempre le stesse tratte, ho cominciato a distinguere il venditore più che il prodotto. Cominciano tutti dicendo:
“En esta ocasión se le trae a la venta…”, in questa occasione vi si offre in vendita…e poi un elenco di prodotti i più svariati, il libro magico, che è solo 3D, il gioco didattico, in realtà una boiata che regalerei solo per fare un dispetto, delle sfere per il mal di gola, e chi più ne ha più ne metta. La cosa divertente è che sono così abituati a saltare urlando da un vagone all’altro, quando si arriva ad una stazione, che a volte partono con l’urlo già agganciato al venditore precedente. Entrano dicendo: “O si lo prefieren…” , o se lo preferite. Il problema è quando loro sono i primi ad entrare. Nel metro viveros salgo, alle 6.15, sto leggendo tranquillo, arrivo nella stazione Coyoacan ed entra il fanatico “O SE LO PREFERITE, IL CHEWING GUM MAGICO, CHEWING GUM DIDATTICO…”. Ma va in mona.
Capitolo a parte i venditori del bus, che hanno il tempo per fare un intero discorso, dato che non hanno una fermata a cui scendere, scendono solo quando han finito la predica. Il discorso è più o meno così, sempre fisso.
“Buongiorno, chiedo scusa per il fastidio, so che è sempre fastidioso vedere salire persone che cercano di vendervi qualcosa, o addirittura con le mani vuote, dicendo che sono usciti da chissà quale carcere. Questo non è il mio caso, a parte che non mi si addice, non è vero. In questa occasione vi metto nelle mani (e letteralmente ti mette in mano, se stai leggendo lo mette in mezzo al tuo libro, se sbadigli te lo piazza fra gli incisivi) il [PRODOTTO SCADENTE O PIRATA], che trovate nei centri commerciali o nei negozi specializzati al prezzo di [MILLEMILIONI DI FIORINI] ma che solo in questa occasione, solo oggi lo potete comprare a 3 pesos, o 2 per 5 pesos”.
Ora. Va bene che siamo tutti gentili, ma se il prodotto costava millemila milioni, e ora me lo vendi a 5 pesos ogni 2, o è scaduto, o è fasullo, o sei mona tu.
Preferisco di molto quelli che vendono senza tanta retorica. Capitolo a parte il venditore di pile. Sale un obeso in maglietta e pantaloncini. “Mi mandano direttamente dalla Panasonic per questa offerta…” Ma vaaaaaaaa…

(Immagine tratta da internet, http://www.artistasdelatierra.com/obra/75627-El-vendedor-de-pan.html)

IMG_0758

Annunci

Informazioni su merkaura

Sono un ragazzo dell’85 della campagna vicentina che la vita ha catapultato in una metropoli antropofaga. Ho una laurea in Storia e una laurea Magistrale in Scienze delle Religioni. Mi guadagno da vivere a Città del Messico dando lezioni di italiano, francese e spagnolo a messicani e stranieri che abitano in Messico, per scuole, imprese o privati. Vivo in una casa in collina, tranquilla e circondata da un bosco miracolosamente salvatosi dall’espansione cittadina. Sono sposato con una messicana e abbiamo due cani a cui parlo in dialetto. Amo mangiare, bere, viaggiare, leggere, scrivere, infatti da quasi 3 anni amministro un blog in cui scrivo ogni settimana descrivendo questo paese, https://messicando.wordpress.com/. Odio le attività adrenaliniche, guidare e non mi interessa lo sport in generale. Unica eccezione delle lunghissime camminate, di 5 o 6 ore in ambiente urbano o in campagna. Sono una persona timida ma quando do lezioni indosso una maschera spigliata e molto più divertente. Se avete bisogno di informazioni su questo paese o volete spettegolare un po’, scrivetemi pure!
Questa voce è stata pubblicata in Civiltà e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Se non urli non vendi!

  1. smndra ha detto:

    Hahaha! Il tuo blog per me è una macchina del tempo-spazio… Mi sembra di essere ancora li!

    Mi piace

  2. sweetRocks ha detto:

    Hola! es muy divertido leerte! sono una messicana che da 8 anni abita in Italia. Abbiamo saputo del tuo blog tramite un gruppo di face, di messicani in Italia… (non so se hai notato quanti visite hai avuto in questi ultimi giorni! 🙂 )
    comunque … commento più che altro perché è bellissimo vedere come una cosa “normale” per un messicano, viene vista per uno di fuori…sopratutto se conosci al meno un po il punto di vista di chi la descrive… si capisce benissimo il perché ti stupisce tanto una certa cosa … da quando ho iniziato a leggerti, mi sto divertendo un sacco! grazie per i tuoi post!!!
    PS: esta foto del micro.. esta de poca madre!!!!
    saludos!

    Mi piace

    • merkaura ha detto:

      Muchisimas gracias! mi dà tanta felicità sapere che non solo gli italiani, ma anche gli stessi messicani apprezzano ciò che scrivo! Spero sempre di riuscire a parlare a cuore aperto e mostrare ciò che vedo di strano, originale e unico in questo bellissimo paese

      Liked by 1 persona

  3. Pingback: Propina, il paese della mancia! | Messicando

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...